No...kia Canaglia


Nokia (3310) Canaglia!

Verrebbe proprio da dire così, vista la commozione che sembra diffondersi per il Web alla notizia del ritorno del celebre modello di telefonino, prodotto dal 2000 al 2005.

L'annuncio, partito dal Mobile World Congress in corso a Barcellona, ha messo in agitazione un buon numero di blog, blogger... e nostalgici dei bei tempi che furono.

Nostalgici, sì - perché in fondo, diciamoci la verità, a cosa serve una minestra riscaldata, giusto con qualche modifica, di fronte agli aggeggi supercalifragilistichespiralidosi di Apple o a quelli esplosivi (è proprio il caso di dirlo) di Samsung?

A nulla, almeno da un punto di vista pratico.

Peccato che a volte sia così bello tornare a quelli che sembravano (erano?) tempi più felici - basti pensare che nel 2000 le Torri erano ancora lì, a svettare su New York...

...E oggi invece siamo alle prese con la Recessione, la disoccupazione, il terrorismo, le guerre e i rifugiati, l'UE in perenne crisi d'identità, la Cina sempre vicina, Trump che speriamo non pigi il tasto sbagliato sulla sua scrivania 😰

Ma può un talismano, per quanto di grido, impedirci di guardare con obiettività anche al Passato?

Prendiamo gli anni Novanta, ad esempio - iconici, certo: ma fra la fine della Prima Repubblica, gli attentati di Mafia, le guerre nei Balcani, eccetera, non è che fosse tutto rose e fiori.

E se andiamo ancora più indietro, agli Anni di Piombo, ci accorgiamo che l'ISIS è soltanto l'ultima di una lunghissima lista di sigle fanatiche pronte a tutto.

Tutto questo discorso... per ricordare che i ricordi sono belli, ma che non bisogna farsene inghiottire - perché poi c'è chi ne approfitta.

E io, prima di buttare via soldi per un reperto archeologico, preferisco saziare gratis la mia fame di memorie su YouTube, con i fantastici video di Stefano Piffer (provare per credere).


Insomma, non dimentichiamo il Passato - ma ricordiamoci anche del Presente (bye bye, Nokia 3310) 😜

Popular posts from this blog