#DigitalDetox... imprevista



Negli ultimi due, tre giorni non sono stato molto attivo sul Web; lo avevate notato?

Lo so, lo so, durante il weekend nessuno di resta incollato ai social network- per fortuna! - e io di certo non mi ritengo così importante da brillare per la mia assenza - purtroppo :p
In ogni caso, un aggiornamento fastidioso ha messo Chrome K.O., offrendomi un'inaspettata Digital Detox... 

...dagli effetti benefici, devo ammettere.

Infatti, la forzata vacanza dal Web, lungi dallo scatenare in me la famigerata Fear Of Missing Out, si è rivelata una gradita occasione per ritrovare un po' di pace.

Proclami politici, editoriali intrisi di catastrofismo, commenti polemici, post grondanti sicumera; pessimisti di professione, censori impazziti, guru di questo e di quello, gangster di LinkedIn...

Volume azzerato, tutto spento per un po'.

Un po' di silenzio per leggere dei cari, vecchi libri cartacei, per ascoltare musica, per pensare in tranquillità, fare il punto della situazione e rimettere tutto - sovraccarico cognitivo compreso - nella giusta prospettiva.

Ma anche per ributtarmi nella mischia con più energie, con più serenità, e con la consapevolezza - assai rassicurante, a dire il vero - di non essere ancora approdato all'Internet-dipendenza, cosa tutt'altro che scontata al giorno d'oggi.

La Digital Detox è un argomento piuttosto controverso, a quanto pare, e se per alcuni è soltanto una moda, una sorta di sterile rivalsa sulla Tecnologia, per altri si tratta invece di una necessità vitale.

Per quanto mi riguarda, non ho intenzione di sbilanciarmi con affermazioni "compromettenti": mi sento solo di affermare che un momento di pausa mi è stato di aiuto.

Potrebbe esserlo anche per voi?

Non vi resta che provare, suppongo :D


E adesso, come sempre, a voi la parola? Avete mai sperimentato la Digital Detox? La ritenete utile?
I vostri interventi sono sempre benvenuti; alla prossima!


Popular posts from this blog

#GiovaniDiOggi - Crescere a pane e WhatsApp

Un esodo MASTODONtico?