Wednesday, 30 September 2015

Professioni 2.0: la nuova Fabbrica del Nulla?


Il Web-che?


Carissimi tutti, inizio la discussione di oggi inginocchiandomi su metaforici ceci, e confessando la mia colpa: per molti anni, ho osservato i lavoratori del 2.0 con una buona dose di perplessità, non di rado mista a malcelata sufficienza.
Se ammiravo aspiranti medici, ingegneri, avvocati, eccetera, la mia reazione a termini quali web writer, blogger, social media manager e simili era riassumibile in un:

"Il Web-che?"

Di solito accompagnato da uno sguardo vuoto.
Ai miei occhi la Rete era un semplice parco giochi, non pensavo che ci si potesse lavorare con serietà; al più si poteva aspirare ad una fama effimera e alquanto trash, in rari casi guadagnandoci pure - secondo me immeritatamente!
In poche parole, buona parte di Internet era per me una vera e propria Fabbrica del Nulla.
Oggi sono attivo su diversi social network, gestisco un blog, e collaboro a un altro.
Cosa è successo?
Ecco un piccolo resoconto della mia "conversione"!

Monday, 28 September 2015

#TrendingWords per l'Innovazione: Intrapreneur



Ben ritrovati! Riprendiamo la nostra avventura alla scoperta del nuovo lessico dell'Innovazione; nel post precedente abbiamo imparato qualcosa sulla Company Culture; oggi mi piacerebbe raccontarvi di una figura sempre più discussa, ovvero il cosiddetto Intrapreneur: chi è?  

Saturday, 26 September 2015

Il "campionato" della Letteratura: chi sono gli arbitri?


Una discussione accesa


Qualche giorno fa, durante una delle mie scorrazzate virtuali, mi sono imbattuto in una discussione su LinkedIn riguardante gli ultimi sviluppi dell'industria editoriale
Più che dall'argomento - peraltro molto interessante - la mia attenzione è stata inizialmente catturata dal lungo e verboso thread di commenti.
Seguendo lo scambio di opinioni, mi sono reso conto di quanto il tema del self-publishing via Internet fosse particolarmente polarizzante per la piccola community: da una parte, aspiranti autori desiderosi di rivendicare la propria indipendenza dai dettami delle grandi case editrici; dall'altra, proprio i rappresentanti e collaboratori di queste ultime, a dir poco diffidenti nei confronti di simili soluzioni, e senza alcun timore di dimostrarlo.

Tuesday, 22 September 2015

#TrendingWords per l'Innovazione: Company Culture



Carissimi, continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei termini che stanno andando a costituire il nuovo "vocabolario" dell'Innovazione; nel post precedente abbiamo discusso di Diversity; oggi invece vorrei affrontare il tema della sempre più citata Company Culture: che cosa si intende?  

Saturday, 19 September 2015

#TrendingWords per l'Innovazione: Diversity



Carissimi tutti, questo è il primo di una serie di post dedicati a quelle che stanno diventando vere e proprie "parole d'ordine" per chi si occupa - a vario titolo - di Innovazione, nell'accezione più ampia del termine. 
Post dopo post, tweet dopo tweet, alcuni termini sono sempre più in voga, e credo valga la pena di farne un'analisi ragionata.
Per cominciare, oggi vorrei discutere di Diversity: cosa significa?  

Wednesday, 16 September 2015

Il confine che non c'è: il Virtuale è Reale!


Una percezione sempre più diffusa


Negli ultimi tempi, ho avuto modo di riflettere sulla mia - in realtà ancora breve - esperienza sui social network; e, dopo una rapida ricapitolazione, ho realizzato con una certa sorpresa che la frequenza di "brutti incontri" fatti in Rete è di gran lunga superiore a quella di esperienze analoghe affrontate offline!
Parliamo di circa un anno di vita virtuale contro un quarto di secolo trascorso nel mondo reale!
Sono una persona dalla vita molto tranquilla, ma un po' sfortunata sul Web? 
Come ben si sa, l'esperienza personale non fa statistica, e sarei stato tentato di accantonare la questione se non fosse stato per il numero sempre maggiore di considerazioni simili che ho avuto modo di leggere (molto recenti e interessanti quelle di Angelo Cerrone e di CertificazioneProfessioni.org).
Non si tratta soltanto di un'impressione personale, quindi, bensì di una percezione sempre più diffusa, fonte di disagio tanto per l'addetto ai lavori quanto per l'utente medio.

Friday, 11 September 2015

Dalle lingue ai linguaggi: Alfabetizzazione 2.0!

Linguaggi: nessuno li parla, ma sono conosciuti ovunque!


Qualche tempo fa, abbiamo parlato delle Lingue straniere e del loro potenziale come motori per la nostra crescita personale e professionale.
Ripensandoci su, e ripercorrendo i momenti salienti del mio percorso formativo, mi sono però reso conto che esiste un'altra forma di comunicazione, variegata e trasversale, alla quale però non viene data - a mio parere - la dovuta attenzione: sto parlando dei linguaggi utilizzati in ambito informatico.
Malgrado il suo grande impatto sulla nostra vita quotidiana - basti pensare ai social network - la programmazione rimane un mondo alquanto distante per i non "addetti ai lavori"; è infatti considerevole il divario tra i semplici fruitori di prodotti digitali e la sempre più vivace comunità globale di programmatori, sviluppatori, coders, tutti sempre pronti a progettare, modificare, discutere...
Un paradosso dell'Era 2.0, non vi pare?

Sunday, 6 September 2015

Low Tech: un approccio complementare per l'Innovazione?

Qualcosa si muove al di fuori del regno High Tech


Tra blog e social media, un cercatore di novità ben di rado resta deluso: tra le storie più interessanti degli ultimi giorni, mi hanno colpito le potenzialità dei semi di una pianta equatoriale come purificatori idrici, il progetto di una giovanissima scienziata canadese per ridurre il pH oceanico utilizzando semplici conchiglie, e una simpatica soluzione contro l'inquinamento urbano.
Ripensandoci su, appare chiaro che le tre notizie sono accomunate da due elementi: il primo, molto evidente, è la lotta al degrado ambientale, emergenza quotidiana, tema sempre più dibattuto ad ogni livello, dalle aule dei Parlamenti ai social network; l'altro, meno visibile ma altrettanto importante, è l'approccio decisamente Low Tech adottato per risolvere il problema!
Nessun processore, nessun circuito...
Eppure si tratta sempre di Innovazione!

Wednesday, 2 September 2015

Pigrizia: la vera madre del progresso?


Pigrizia, croce e delizia!


Un tempo si chiamava Accidia, ed era nientemeno che una dei Grandi Sette in grado di regalarci un soggiorno a tempo indeterminato tra tormenti eterni; oggi deve accontentarsi del più modesto nome di Pigrizia, e alle condanne metafisiche si sono sostituite paternali, teste scosse, occhiate di biasimo.
Tuttavia, la sostanza resta la stessa, da millenni.
Si tratta di un istinto primordiale, spesso una vera palla al piede.
Eppure, a pensarci bene, questa scomoda compagna può rivelarsi un'amica preziosa; nel corso della Storia, è stata addirittura una nostra alleata, tanto da farci conoscere... il Progresso!
Non ci credete? Proverò a convincervi con una storia!